Residui, persistenze e illusioni: il fallimento politico del globalismo

Geminello Preterossi

Abstract


A partire da un’analisi del rapporto tra diritto, territorio e il cosiddetto “spazio globale”, il saggio esamina e discute la crisi “spaziale” dell’età dei diritti, a fronte di una specificità urbana dello spazio europeo e di una persistenza degli Stati come attori politici principali, in rapporto funzionale o di tensione con i poteri indiretti del capitalismo finanziario. In particolare, l’autore mette in questione l’esistenza di un’alternativa credibile agli universali politici concreti. Contro uno spazio che rischia di caratterizzarsi come postdemocratico e decostituzionalizzato, l’autore propone un’analisi tesa a mostrare la necessità di recuperare il precipitato politico del costituzionalismo sociale e democratico rilanciandone il portato emancipativo e l’attualità, consapevole del rischio di muoversi tra residui (novecenteschi), persistenze concettuali (moderne) e illusioni (globaliste).

 


Parole chiave


Diritto; Globalismo; Costituzionalismo sociale; Europa; Spazio globale; Spoliticizzazione neoliberale

Full Text

PDF (Italiano)


DOI: 10.6092/issn.1825-9618/7579

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Copyright (c) 2017 Geminello Preterossi

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.