Dallo Stato moderno allo Stato globale. Storia e trasformazione di un concetto

Maurizio Ricciardi

Abstract


La realtà dello Stato postcoloniale evidenzia il mutamento dello Stato moderno. Diverse caratteristiche che si ritenevano superate e comunque incompatibili con la forma costituzionale, democratica, razionale dello Stato si stanno rivelando anche in quegli Stati che non provengono da un’esperienza coloniale se non, spesso, come colonizzatori. Il saggio analizza la trasformazione dello Stato moderno mirando a costruire un concetto di Stato globale. In quest’ultimo l’origine non rappresenta un principio di legittimazione come è successo con la narrazione del contratto sociale. La discontinuità simbolica e quella storica stabiliscono una cesura tra origine e funzionamento dello Stato, alla quale corrisponde una trasformazione delle fonti di legittimazione dello Stato medesimo. Nello Stato globale la sovranità da monopolio esclusivo diviene una pratica diffusa di una serie di strutture sociali.

Parole chiave


Stato; post-colonialismo; governance; disciplinamento sociale; sovranità

Full Text

PDF (Italiano)


DOI: 10.6092/issn.1825-9618/3891

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Copyright (c) 2013 Maurizio Ricciardi

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.