Il feticcio middle-class e le scienze sociali fra ordine liberal e neoliberale negli Stati Uniti

Matteo Battistini

Abstract


Negli Stati Uniti la crisi esplosa nel 2008 ha inaugurato un dibattito pubblico sul declino della classe media che ha precisi riferimenti storici: dalla Grande depressione con il New Deal alla globalizzazione degli anni Novanta, passando per le fratture imposte dai movimenti sociali dei lunghi anni Sessanta e la svolta neoliberale degli anni Ottanta. Alla luce di un dibattito in cui la classe media emerge come riferimento indiscusso delle culture politiche statunitensi, il saggio mostra l’origine del feticcio middle-class attraverso il ruolo che le scienze sociali statunitensi hanno avuto nella costruzione della classe media quale nozione ideologica alla base del secolo americano. Liberata dal suo feticcio, middle-class emerge così come categoria storica che consente di tracciare la formazione dell’ordine liberal e la sua transizione verso l’ordine neoliberale, indicare i punti di crisi e trasformazione del capitalismo e dello Stato americano, individuare la frontiera oltre la quale la loro legittimazione storica viene meno.

 


Parole chiave


Classe media; Capitalismo; Stato americano; Scienze sociali statunitensi; Neoliberalismo

Full Text

PDF (Italiano)


DOI: 10.6092/issn.1825-9618/7554

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Copyright (c) 2017 Matteo Battistini

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.