Ernesto Laclau e l’Argentina: possibilità e limiti di un populismo postneoliberale

Rocco Maniscalco

Abstract


Obiettivo di questo testo è presentare alcune critiche alle teorie di Ernesto Laclau sul populismo, in particolar modo a quelle presenti in La ragione populista. Il testo è diviso fondamentalmente in tre parti, nella prima illustrerò brevemente la storia recente dell’Argentina in quanto fondamentale per comprendere lo sviluppo del pensiero del filosofo latinoamericano. Nella seconda parte del saggio presenterò le principali proposte teoriche contenute in La Ragione populista. L’ultima parte del testo sarà dedicata ad una disanima critica di due elementi centrali della teoria di Laclau; l’unità minima di analisi scelta (le domande sociali), e il rapporto tra populismo ed istituzioni (in particolar modo in seguito alla conquista del governo). La quasi totalità dei testi che userò per sottolineare alcune criticità del pensiero laclausiano provengono dal contesto latinoamericano, contesto che nel corso dell’ultima decade ha potuto sperimentare pregi e limiti sia del pensiero di Laclau sia dei populismi realmente esistenti, o esistiti, oggi nell’America latina.


Parole chiave


Egemonia; Populismo; Neoliberismo; Laclau; Domande sociali; Istituzioni

Full Text

PDF (Italiano)


DOI: 10.6092/issn.1825-9618/7552

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Copyright (c) 2017 Rocco Maniscalco

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.