Razionalismo e tradizionalismo in politica. Il carteggio fra Karl R. Popper e Michael Oakeshott

Spartaco Pupo

Abstract


Il carteggio del 1948 tra Karl Popper e Michael Oakeshott, tradotto per la prima volta in italiano e pubblicato in appendice a questo saggio, testimonia l’esistenza di due diversi modi di pensare la politica: quello razionalista, improntato all’“argomentazione” come mezzo razionale per la soluzione non violenta dei problemi (Popper), e quello tradizionalista, ispirato al metodo della “conversazione” come garanzia di apertura alla diversità delle identità (Oakeshott). A risaltare dalle lettere è una mutua influenza circa l’interpretazione dei principali concetti caratterizzanti il pensiero dei due autori che tuttavia non annulla la divergenza di fondo del loro orientamento politico.


Parole chiave


Popper; Oakeshott; Razionalismo; Tradizionalismo; Utopia

Full Text

PDF (Italiano)


DOI: 10.6092/issn.1825-9618/6199

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Copyright (c) 2016 Spartaco Pupo

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.