L’istituzione della giustizia. La solidarietà come obbligazione dei moderni secondo Durkheim

Nicola Marcucci

Abstract


Il saggio è dedicato alla concezione durkheimiana della giustizia. Si mostra come la polarizzazione hobbesiana tra diritto e giustizia possa essere ritenuta paradigmatica per il pensiero politico moderno. Il contributo durkheimiano riformula l’alternativa hobbesiana, mettendo diversamente a tema la tensione costitutiva tra diritto e giustizia. La critica durkheimana al contrattualismo riconfigura l’ordine giuridico alla luce del concetto di solidarietà, ritenuto da Durkheim la premessa impensata all’obbligazione moderna. Il contrattualismo è la modalità moderna per pensare il rapporto tra società, individuo, proprietà e lavoro. Il contrattualismo è l’istanza a partire dalla quale osservare il riemergere di una diversa concezione della giustizia che, attraverso la nozione di contratto giusto, mette in discussione i presupposti formali su cui si è costituito. La giustizia sociale converge con la solidarietà risemantizzando il concetto stesso di obbligazione.

Parole chiave


Emile Durkheim; Solidarietà; Giustizia; Contratto; Obbligazione

Full Text

PDF (Italiano)


DOI: 10.6092/issn.1825-9618/4629

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Copyright (c) 2014 Nicola Marcucci

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.