Politique de Durkheim. Société, humanité, État

Bruno Karsenti

Abstract


Il saggio muove dalla tensione tra società e umanità, tra nazionalismo e cosmopolitismo, per discutere il concetto sociologico di Stato in Emile Durkheim. L’autore critica l’analisi di Pierre Bourdieu, che indica nello Stato durkheimiano solo l’espressione della società repubblicana francese di fine Ottocento. Lo Stato sarebbe invece per Durkheim l’espressione organizzata dell’autorità presente in ogni società. Diversamente da quanto avviene nella teoria politica moderna in particolare di Hobbes e Rousseau, lo Stato durkheimiano non è la somma di forze, quanto piuttosto l’esito di un processo mentale che lega gli individui alla loro organizzazione statale. Proprio per questo lo Stato è «l’organo del pensiero sociale», che consente deliberazioni successive grazie alla mediazione tra governanti e governati, senza presupporre gli individui ma producendo in continuazione l'ambiente della loro azione.

Parole chiave


Nazionalismo; Cosmopolitismo; Società; Umanità; Stato

Full Text

PDF (Français )


DOI: 10.6092/issn.1825-9618/4628

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Copyright (c) 2014 Bruno Karsenti

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.