Risposte nazionali e regionali alla globalizzazione

Irina Stoica

Abstract


Lo scopo di questo articolo è indagare la relazione tra la globalizzazione e la competitività o efficienza economica nazionale così come viene indicata dai tassi di disoccupazione e di inflazione, così come dal livello del deficit di bilancio e dal debito nazionale. Nell'era della globalizzazione, il 'consenso keynesiano' del dopoguerra, che ha impedito qualsiasi trade-off tra sicurezza sociale e la crescita economica, non può resistere alla pressione della globalizzazione dell'economia mondiale. Il calo dell'occupazione industriale ha creato una situazione in cui - nei paesi nordici e in Svezia, in particolare - la piena occupazione poteva essere raggiunta solo tramite servizi e del terzo settore economico. Al contrario, la globalizzazione ha beneficiato le piccole economie aperte nel sud-est asiatico, che si trova più in sintonia con le esigenze dell'età globale.

Parole chiave


Globalizzazione, occupazione; Crescita economica; Sicurezza sociale; Stato.

Full Text

PDF (English)


DOI: 10.6092/issn.1825-9618/4231

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Copyright (c) 2013 Irina Stoica

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.