Ipotesi sul comunismo. Note per una discussione / 2

Fabio Raimondi

Abstract


Il saggio ricostruisce i discorsi politici di Alain Badiou e Slavoj Žižek a proposito del comunismo e della sua attualità all'interno del dibattito contemporaneo. I due filosofi, protagonisti della scena filosofica globale, sostengono posizioni diverse ma in parte complementari che si attestano, di là dalle differenze filosofiche, nel ritenere indispensabile la riapertura di uno sforzo teorico che elabori un'idea del comunismo e delle pratiche comuniste all'altezza delle sfide imposte dalla globalizzazione capitalistica. Il proposito di Badiou è ricominciare a diffondere l'idea di comunismo attraverso una procedura teorica e politica chiamata "ideazione", che dovrebbe produrre i nuovi militanti fedeli all'evento rivoluzionario. Mentre per Badiou lo Stato è il nemico principale di questa possibilità, Žižek al contrario sembra puntare sulla dinamica lacaniana della denegazione per ricreare le condizioni per una ripetizione della rivoluzione comunista che non finisca né in tragedia né in farsa, ma produca una sorta di neostatalismo illuminato.

Parole chiave


Badiou; Žižek; comunismo; Stato; marxismo

Full Text

PDF (Italiano)


DOI: 10.6092/issn.1825-9618/3204

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Copyright (c) 2012 Fabio Raimondi

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.