La polizia della mobilità nel theatrum politicum liberale: teoria e storia dell’identificazione in Francia alla fine del XVIII secolo

Autori

  • Martino Sacchi Landriani Università di Bologna

DOI:

https://doi.org/10.6092/issn.1825-9618/11214

Parole chiave:

Polizia, Mobilità, Identificazione, Liberalismo, Lavoro

Abstract

Come è stato possibile che una misura associata al dispotismo di Antico Regime come il passaporto venga generalizzato dalla Rivoluzione francese? L’articolo propone una genealogia della razionalità identificativa che tra XVIII e XIX secolo organizza un governo della mobilità dall’interno dell’apparato concettuale liberale. Le metamorfosi dell’apparato di polizia individuate dalla storia sociale vengono considerate alla luce dei dibattiti costituzionali che accompagnano la Rivoluzione. Nel paragrafo conclusivo, le implicazioni economico-politiche dell’emergenza di una moderna razionalità identificativa vengono esplicitate per proporre un campo di analisi e periodizzazione storica che definiamo «regime di mobilità».

Downloads

Pubblicato

2020-06-25

Come citare

Sacchi Landriani, M. (2020). La polizia della mobilità nel theatrum politicum liberale: teoria e storia dell’identificazione in Francia alla fine del XVIII secolo. Scienza & Politica. Per Una Storia Delle Dottrine, 31(62). https://doi.org/10.6092/issn.1825-9618/11214

Fascicolo

Sezione

Saggi