Il piano sovietico in teoria e in pratica. Dall’economia marxista all’economia di comando

Autori

  • Giovanni Cadioli Institut d'études politiques SciencesPo - Paris

DOI:

https://doi.org/10.6092/issn.1825-9618/11208

Parole chiave:

Unione Sovietica, Pianificazione, Marxismo, Economia di comando, Stalinismo

Abstract

L’economia pianificata di comando sovietica ha rappresentato uno dei più radicali e complessi esperimenti economici, politici e sociali del ventesimo secolo. La sua realizzazione però non è coincisa con l’affermarsi del potere sovietico nell’ex Impero Russo nel 1917-1918, ma è invece stata il risultato di quindici anni di cambiamenti, rotture e riassestamenti, concretizzatisi nell’esperimento di una quasi economia socialista di mercato e di pratiche di direzione amministrativa centralizzata. Il presente articolo indaga tale periodo specificamente riguardo alla relazione conflittuale tra pianificazione sovietica e marxismo. L’intento è mostrare come l’economia staliniana di comando abbia contraddetto, sia nella teoria che nella pratica, gli elementi caratterizzanti dell’iniziale progetto bolscevico di sistema economico.

Downloads

Pubblicato

2020-06-25

Come citare

Cadioli, G. (2020). Il piano sovietico in teoria e in pratica. Dall’economia marxista all’economia di comando. Scienza & Politica. Per Una Storia Delle Dottrine, 31(62). https://doi.org/10.6092/issn.1825-9618/11208

Fascicolo

Sezione

The Plan as a Global System of Power (a cura di Roberta Ferrari)