Il pensiero di piano. Dalla nuova civiltà al sistema globale di potere

Autori

  • Roberta Ferrari Università di Bologna

DOI:

https://doi.org/10.6092/issn.1825-9618/11207

Parole chiave:

Piano, URSS, US, Le Corbusier, Neoliberalismo

Abstract

Storicamente il piano è stato molto più della pianificazione economica. Per pensiero di piano intendo un concetto di governance sociale che richiede un'articolazione multipla ma strutturata delle forze e delle istituzioni sociali, economiche, amministrative e politiche e mira a plasmare nuove forme di integrazione e di controllo sociale utilizzando un discorso scientifico specifico.

I seguenti saggi forniscono un'analisi della pianificazione globale a partire da diverse situazioni storiche e geografiche e da diverse prospettive disciplinari. Il quadro generale che emerge mostra punti di continuità e discontinuità tra contesti e teorie diverse, ma rivela anche un tema comune: il rapporto conflittuale tra economia e politica che non solo riflette le gerarchie tra Stato e società, ma mostra anche la dialettica tra le diverse forme e concezioni del potere e la loro riproduzione sociale. Il pensiero di piano non riguarda solo le temporanee trasformazioni istituzionali, ma reagisce ed è connesso alla gestione dei conflitti sociali nel corso del tempo.

Downloads

Pubblicato

2020-06-25

Come citare

Ferrari, R. (2020). Il pensiero di piano. Dalla nuova civiltà al sistema globale di potere. Scienza & Politica. Per Una Storia Delle Dottrine, 31(62). https://doi.org/10.6092/issn.1825-9618/11207

Fascicolo

Sezione

The Plan as a Global System of Power (a cura di Roberta Ferrari)